Come scegliere la crema solare per i bambini

04 Luglio 2014

crema solare per bambini

I bambini hanno una pelle molto più delicata rispetto a quella degli adulti. Scegliere la crema solare per bambini è fondamentale per la salute della sua pelle.

Nei primi due anni di vita, indipendentemente dal colore naturale dell’epidermide, si deve prendere ogni tipo di precauzione contro le radiazioni dannose del Sole e scegliere la crema solare più adatta alla pelle del tuo bambino.

Protezione solare per bambini, come sceglierla?

Con il termine “fototipo” si indica una classificazione utilizzata in dermatologia, che si basa sulla qualità e sulla quantità di melanina presente nella pelle. Il fototipo perciò indica le reazioni di una determinata carnagione all’esposizione del Sole.

I bambini con fototipo I ­ carnagione lattea o rossastra ­ hanno bisogno di proteggersi di più e più spesso, ma attenzione: anche bambini con una cute più scura, fototipo V o IV, hanno bisogno di essere protetti.

Fondamentale, allora, è l’uso delle creme solari. Oggi ne esistono vari tipi: quelli con filtri chimici o filtri minerali­fisici.

I filtri solari fisici tendono a riflettere i raggi solari impedendone la penetrazione, i filtri solari chimici al contrario assorbono le radiazioni solari mediante complesse reazioni chimiche che catturano le radiazioni stesse e le intrappolano impedendone la penetrazione nell’epidermide.

Ma per fare una scelta consapevole (dobbiamo proteggere le cute delicata di un bambino) è necessario chiedere sempre consiglio al pediatra!

Anche con la protezione, però, evitate di esporre il vostro piccolo durante le ore più calde, dalle 11 fino alle 18, poiché la sua pelle non ha ancora le difese naturali per proteggersi dai raggi solari. Non dimenticate di far indossare un cappellino da sole e una magliettina bianca anche dopo le sei del pomeriggio se lo ritenete opportuno (in commercio esistono maglie con protezione UV).

È importante ricordare che nessuna crema protegge al 100%, anche se si sta usando un fattore molto alto; quello che conta davvero è la frequenza delle applicazioni, ecco perché vi consigliamo di applicare più volte la protezione soprattutto se il vostro bimbo passa molto tempo in acqua, è molto facile bruciarsi mentre si nuota!

Ora potete godervi il sole senza preoccupazioni insieme con vostro bambino!

Leggi anche: Come proteggere dal sole il tuo bambino – consigli utili per neomamme